Ancelle della VisitazioneAncelle della Visitazione“Prepariamo per ascoltare, per apprendere tutto quello che è buono che bello da vivere quotidianamente”3 mesi fa

Preghiere

PREGHIERE  DELLE ANCELLE DELLA VISITAZIONE

PREFAZIONE

La preghiera è la “elevazione del’anima – figlia a Dio Padre”, l’esercizio della cosciente e dinamica  intimità – comunione dei figli singoli e di tutta la famiglia –  popolo – Chiesa con Dio Padre, con Gesù Fratello, Amico, Salvatore, con lo Spirito Amore”.
La preghiera, così concepita, che può raggiungere il culmine nella pura e semplice immobilità contemplativa, è normalmente “colloquio”, “dialogo”. Nel colloquio e nel dialogo non parla soltanto una delle parti, ma parlano tutte le parti interessante: Dio, l’uomo, la comunità. La precedenza, il maggior spazio d’intervento spettano, naturalmente, a Dio.
La preghiera dunque, per essere autentico e ordinato colloquio e dialogo, deve dare la precedenza e il maggior spazio all’intervento di Dio. Al principio perciò della preghiera sta l’ascolto (o la lettura). L’approfondimento, la meditazione, la contemplazione della parola di Dio, sempre viva e sempre nuova, contenuta nella Bibbia e, specialmente, nel Nuovo Testamento. Poi segue la risposta figliale dell’uomo, la preghiera ufficiale della chiesa, la liturgia.

Secondo questa visione di preghiera il libro per eccellenza è la Bibbia. Attraverso la Bibbia Dio rivela se stesso, manifesta il progetto della sua volontà paterna, fa conoscere lo svolgimento storico della sua azione salvifica, insegna agli uomini le sue vie, effonde la ricchezza infinita dei suoi sentimenti di amore verso ogni  singolo uomo e verso tutta la comunità degli uomini.
Nei Salmi sono contenute le preghiere che Dio stesso ha messo sulle labbra dei profeti come risposta alle sue rivelazioni alle sue azioni e alle sue effusioni. È libro della chiesa, comunità dei figli di Dio, ha adottato per la preghiera da rivolgere “insieme” al padre.
La preghiera è anche il cuore di ogni uomo, illuminato dalla Parola e vivificato dallo Spirito Santo, che risponde a Dio esclamandoPadre!”. Ed aggiungendo quanto le confidenze divine ricevute e i sentimenti maturati nel suo intimo gli suggeriscono.

Le preghiere di questo volumetto si ispirano alla parola del Signore ed alla Sacra Liturgia ed esprimono in modo comunitario, la voce del cuore nella linea del Carisma, in particolare circostanze:
a) Per coltivare devozione che la Chiesa accoglie, approva e raccomanda come approfondimento o attualizzazione o adattamento ( ai tempi, alle situazioni; alle culture dei principali misteri della Salvezza);
b) Per offrire orientamenti e sussidi in particolari pratiche comunitarie.
c) Per facilitare e guidare particolari pratiche comunitarie.
In questo spirito, con questo significato, per queste finalità, viene messo in mano alle Ancelle della Visitazione il presente libro di preghiere.

Assisi, Pasqua di Risurrezione 1979
+ DINO TOMASSINI