Ancelle della VisitazioneAncelle della Visitazione“Prepariamo per ascoltare, per apprendere tutto quello che è buono che bello da vivere quotidianamente”5 mesi fa

Storia

    STORIA

Le Ancelle della visitazione, si consacrano totalmente a Dio che fin dall’eternità le ha amate di un amore di predilezione.
Abbracciano e vivono i consigli evangelici di castità- castità – obbedienza, ispirandosi a Maria nel mistero della Visitazione: Ancella del Signore, portatrice di grazia e di gioia nello Spirito Santo.

Si impegnano come Maria nella Visitazione, fondono armoniosamente: vita attiva e contemplativa.

Si impegnano soltanto, con la loro vita, a testimoniare e far brillare nella Chiesa il mistero della Visitazione, nel’intento di rendere presente nel mondo quanto è avvenuto ad Ain Karim nell’incontro delle due Madri: vera esplosione di salvezza, di giubilo, di lode al Signore: Magnificat!

Il Santo Padre Giovanni Paolo II, nella Sua Enciclica “ Redemptoris Mater”, del 25 marzo 1987, ripropone a tutta la Chiesa l’esempio di Maria: “Beata per la sua fede”, totalmente protesa alla lode di Dio e nel servizio gioioso ai “ più poveri”, in semplicità di cuore ( cfr.. R.M.3).

LE DATE IMPORTANTI

Loro “ culla”, è stato il Monastero S. Giuseppe delle Benedettine, in Assisi  il 16  aprile 1978.
Il 29 giugno 1978: S.E. Mons. Dino Tomassini, Erige il gruppo, in Pia Unione Ancelle della Visitazione.
Il 13 luglio 1978: apertura della prima comunità in Roma, Via Germanico 146, operando apostolicamente negli ospedali: Policlinico Umberto I, Oftalmico, Nuovo Regina Margherita, S. Giovanni Battista alla Magliana.
Il 20 agosto 1978: S. E. Mons. Agostino Mayer, benedice la Capella di via Germanico 146 offertasi da S. E. Mons. Fiorenzo Angelini. La prima comunità di Via Germanico.
Il 11 settembre 1978: La comunità si trasferisce dal Monastero S. Giuseppe a Villa S. Tecla, in Palazzo di Assisi, residenza estiva dei seminaristi.
Il 30 luglio 1980: muore per infarto cardiaco, il vescovo Dino Tomassini, che resterà, per la Famiglia religiosa, il “Padre buono”.
Il 2 febbraio 1981: Sua Eminenza Rev. ma card. Ugo Poletti, Vicario del Papa Giovanni Paolo II, emette il Decreto di eresie della Pia Unione in Congregazione di Diritto Diocesano Ancelle della Visitazione, nella diocesi di Roma.
Il 30 marzo 1981: S. Eminenza Rev. ma  card. Ugo Poletti presiede la Celebrazione in cui erige la Pia Unione e consegna ad ogni Ancella le nuove costituzioni, nella Cappella de S. Francesca Romana.
Il 1 giugno 1981: la comunità, si trasferisce da Palazzo di Assisi, a S. Marinella (Roma), divenuta Casa Madre dell’ Istituto; casa di formazione spirituale e culturale per le giovani che aspirano alla vita religiosa e, Casa di accoglienza per le persone della terza età.
Il 29 Giugno 1983: apertura della prima casa oltremare, in Oristano. Casa Famiglia per le persone della terza età.
Il 15 gennaio 1985: apertura dell’Eremo S. Maria nella Visitazione, in Mora di Assisi. Casa di preghiera dell’Istituto.
Il 2 febbraio 1986: apertura della prima casa in Brasile ad Itaquaquecetuba, nella periferia di S. Paolo per trasferirsi poi dopo qualche anno a “Vila Acalanto”, in Guarapiranga, sempre nella periferia di S. Paolo.
Il 26 giugno 1986: La Comunità di Roma da Via Germanico si trasferisce in Via Giorgio Baglivi, 9. Casa Generalizia e sede Legale dell’Istituto.
Il 9 aprile 1988: apertura della casa in Manila alla quale fa seguito l’apertura della missione in Borongan, nell’isola di Samar il 1 Guigno del 1988
Il 31 maggio 1988: benedizione del Santuario a “Santa Maria della Visitazione” da parte di Sua Em. Card Ugo Poletti; segue la Consacrazione dello stesso Santuario, il 13 agosto dello stesso anno a chiusura dell’Anno Mariano, da parte di S.E. Mons. Diego Bona, Ordinario del luogo.
Il 31 maggio 1988: nasce l’Associazione Laicale “Custode della Visitazione”, con Decreto di S. E Mons. Vescovo Diego Bona.
Il 12 giugno 1991: sollecitate da S. E Mons. Rocco Taluccio, due Sorelle si recano a Lagonegro, nella Casa di Riposo L. Cosentino, per offrire il loro servizio direzionale.
L’8 settembre 1993: presenza di una piccola Comunità a Fontecchio (Aq) presso l’Opera S. Maria della Pace.
L’8 settembre 1993: presenza di un piccola comunità in Bolechowice –  Krakovia.
Il 7 ottobre 1993: “in itinere”, si inizia uno stretto rapporto apostolico con il Vescovo di Ambanja in Madagascar. Una sorella offre, nel Seminario propedeutico di Nosy- be, lezione di filosofia ai giovani.
Il 2 luglio 1995: si inizia l’attività nella Scuola Materna a S. Matteo della Decima (BO).
Il 4 marzo 1996: Alcune Ancelle, vanno ad operare nella “Casa di Riposo Maria Consolatrice” in Maratea (Potenza).
31 maggio 1997: viene inaugurato e benedetto dal Vescovo S. Ecc. Mons. L. Medroso, un altro edificio, “AIN KARIM 2” a Borongan (Filippine)
Il 2 luglio 1997: apertura della missione in Madagascar, Nosy-be, in Diocesi di Ambanja.
Il 1 settembre 1997: una sorella della Comunità di S. Matteo della Decima, per sollecitazione del Parroco, collabora con le insegnanti della Scuola Materna di Dosso, a pochi chilometri da S. Matteo.
L’8 settembre 1999: giorno della natività della Vergine Maria, la Congregazione ha ricevuto il riconoscimento Pontificio, a motivo del quale, oltre al fatto giuridico, veniva valorizzata la realtà teologica, spirituale ed apostolica dell’ istituto stesso.
Nell’anno giubilare del 2000: avvenne poi il trasferimento della comunità di Nosy – be nel villaggio di Mahitsy, a circa 40 km. dalla Capitale Antananarivo.
Il 15 luglio 2005: venne benedetta la prima pietra dell’edificio destinata alla comunità di Bevalala.
Il 7 ottobre 2002: le Ancelle della Visitazione iniziano una nuova presenza missionaria in Kenya, ad Ol Moran

Il 29 giugno 2007, è stata aperta ufficialmente la casa di formazione a Nairobi, attualmente Noviziato internazionale.
Nel gennaio 2007: arrivano le prime due suore in Cameroun, dove era già iniziata la costruzione della missione della congregazione nel villaggio di Evodoula, nella diocesi di Obala. Nove anni dopo, il 7 ottobre 2016, è stata aperta la comunità di Kribi sempre in Cameroun.